Prodotti e servizi

Domanda

Soffro di un'intolleranza alimentare. Perché non tutti gli alimenti adatti a me possono essere certificati?        

Risposta

La legislazione sugli alimenti proibisce dichiarazioni che promettono un vantaggio di un prodotto, il quale è presente anche in tutti gli alimenti confrontabili. Questa è definita protezione dalle frodi. Per questo motivo alcuni alimenti, che in natura non contengono lattosio, non devono essere etichettati o certificati come privi di lattosio. Inoltre, la certificazione con il marchio di qualità Allergia è volontaria. Diamo avvio a un processo di certificazione soltanto quando riceviamo un incarico per farlo.

Alimenti e bevande

Affinché alimenti e bevande possono ottenere la certificazione, è necessario dimostrare l'eliminazione di almeno un ingrediente allergenico (ad es. «glutine» o «lattosio») mediante processi appropriati, in modo da non superare un determinato valore limite. L'azienda deve inoltre disporre di un adeguato sistema di gestione degli allergeni. In determinate condizioni è possibile certificare anche alimenti e bevande che non contengono per via naturale allergeni.

I criteri per la certificazione degli alimenti possono essere scaricati qui.

La legislazione sugli alimenti proibisce dichiarazioni che promettono un vantaggio di un prodotto, il quale è presente anche in tutti gli alimenti confrontabili. Questa è definita protezione dalle frodi. Per questo motivo alcuni alimenti, che in natura non contengono lattosio, non devono essere etichettati o certificati come privi di lattosio. Inoltre, la certificazione con il marchio di qualità Allergia è volontaria. Diamo avvio a un processo di certificazione soltanto quando riceviamo un incarico per farlo.

Il marchio di qualità Allergia ha lo scopo di facilitare la scelta di alimenti adatti per le persone che presentano allergie e intolleranze che dovrebbero avere a disposizione la più ampia gamma possibile di alimenti. Nell'ambito del processo di certificazione, noi verifichiamo se un alimento è adatto a una specifica allergia o intolleranza. Altri aspetti legati alla salute non sono inclusi nell'esame.

Per ottenere la certificazione con il marchio di qualità Allergia, un alimento deve essere adatto almeno per un'allergia o intolleranza, ad esempio un'allergia al sedano o un'intolleranza al lattosio. Il marchio di qualità Allergia non identifica che il prodotto sia sicuro per tutte le allergie e intolleranze. Consigliamo quindi di verificare sempre le indicazioni (es. «senza lattosio», «senza sedano») riportate sulla parte anteriore della confezione. Se la dichiarazione ricercata non è riportata sulla confezione, è necessario leggere anche l'elenco degli ingredienti sul retro, dove gli allergeni sono dichiarati in modo chiaro.

In linea di principio, possono essere dichiarati tutti i 14 allergeni soggetti a dichiarazione. Il richiedente del marchio di qualità Allergia decide quali dichiarazioni (ad es. «senza glutine», «senza lattosio», «senza latte») desidera certificare. Il database dei prodotti sul nostro sito web fornisce una buona panoramica delle allergie e delle intolleranze per le quali i prodotti sono adatti. Le dichiarazioni privo di istamina o senza fruttosio non sono possibili con il marchio di qualità Allergia.

È importante che i prodotti con il marchio di qualità Allergia non presentino mai tracce dell'allergene dichiarato. Ad esempio, negli alimenti senza glutine non sono ammesse tracce di grano o farro. Tuttavia, i prodotti certificati possono contenere tracce di altri ingredienti allergenici, poiché una persona che presenta un'intolleranza al lattosio non deve rinunciare automaticamente a tutti gli altri allergeni soggetti a dichiarazione. In questo modo, alle diverse persone interessate può essere offerta un'ampia gamma di alimenti controllati e certificati.

Vedi domanda: i prodotti sono completamente privi di allergeni?

Il basso contenuto di FODMAP non è un criterio per la certificazione. Tra i prodotti «senza lattosio» e «senza glutine» possono esserci alimenti anche a basso contenuto di FODMAP; FODMAP sta per «oligosaccaridi fermentabili, disaccaridi, monosaccaridi e polioli». Ciò può essere valutato sulla base dell'elenco degli ingredienti.

Gli additivi, conosciuti anche come numeri E, sono consentiti, purché non siano ottenuti da ingredienti contenenti allergeni etichettati  sulla confezione come «senza».

Cosmetici

Affinché i cosmetici possano ottenere la certificazione, essi possono contenere solo quantità molto limitate di 26 composti allergenice. Il marchio di qualità Allergia li vieta in una concentrazione 10 volte inferiore rispetto a quella prevista dalla legge svizzera.

Oltre al requisito di base di cui sopra, le dichiarazioni «senza profumo / senza fragranze» e «senza coloranti» sono verificate solo se tali dichiarazioni sono usate nella pubblicità o sulla confezione.

I criteri per la certificazione di cosmetici e un elenco degli ingredienti soggetti a restrizioni possono essere scaricati qui.

Se queste dichiarazioni vengono utilizzate, i prodotti non devono contenere fragranze o coloranti. Allo stesso modo, non è permesso utilizzare nessun estratto vegetale per profumare o colorare.

I criteri per la certificazione di cosmetici possono essere scaricati qui.

No, anche sostanze come gli estratti vegetali presenti nei cosmetici naturali possono scatenare allergie.

I prodotti certificati con il marchio di qualità Allergia non devono essere necessariamente privi di fragranze, poiché la dichiarazione «senza profumo / senza fragranze», a differenza delle 26 composti allergenici, non viene sottoposta a misura standard di verifica. Esistono anche cosmetici certificati privi di profumo. Se questa dichiarazione è stampata sulla confezione del prodotto, vuol dire che abbiamo effettuato la nostra verifica sul prodotto.

Vedi domanda: quali criteri vengono verificati per i prodotti con il marchio di qualità Allergia?

Prodotti tecnici/elettrodomestici

Affinché i prodotti tecnici possano ottenere la certificazione, gli allergeni devono essere tenuti lontani da chi soffre di allergie secondo la percentuale specificata, procedendo alla loro rimozione (aspirazione, lavaggio), al filtraggio (filtro) o al contenimento (barriera). Tuttavia, gli aspirapolvere certificati non devono necessariamente avere in dotazione un sacco di raccolta della polvere.

I criteri per la certificazionei prodotti tecnici possono essere scaricati qui.

Prodotti tessili

A seconda della dichiarazione desiderata (ad esempio per le pelli sensibili), è necessario attenersi ai requisiti vigenti in materia di irritazioni chimiche e meccaniche della pelle. Anche i requisiti per i tessuti in lattice, i tessuti sostitutivi del lattice, la seta e i rivestimenti per pavimenti tessili sono regolamentati.

I criteri per la certificazione di prodotti tessili possono essere scaricati qui.

Detersivi e detergenti

Affinché i detersivi possano ottenere la certificazione, essi possono contenere solo quantità molto limitate delle 26 composti allergenici. Il marchio di qualità Allergia li vieta in una concentrazione 10 volte inferiore rispetto a quella prevista dalla legge svizzera.

Oltre al requisito di base di cui sopra, le dichiarazioni «senza profumo / senza fragranze», «senza coloranti»  e «senza enzimi» sono verificate solo se tali dichiarazioni sono usate nella pubblicità o sulla confezione.

I criteri per la certificazione di detersivi e detergenti e un elenco degli ingredienti soggetti a restrizioni possono essere scaricati qui.

Se queste dichiarazioni vengono utilizzate, i prodotti non devono contenere fragranze, coloranti o enzimi. Allo stesso modo, non è permesso utilizzare nessun estratto vegetale per profumare o colorare.

I criteri per la certificazione di detersivi e detergenti possono essere scaricati qui.

Encasings

Affinché i rivestimenti (encasings) di protezione contro gli acari possano ottenere la certificazione, gli allergeni devono essere tenuti lontani da chi ne soffre secondo la percentuale specificata, procedendo al loro contenimento (barriera).

I criteri per la certificazione di encasings possono essere scaricati qui.

I materiali e la trama possono differire, ma ciò non influisce sulla permeabilità degli allergeni degli acari. È comunque possibile ordinare campioni di tessuto presso i produttori. È possibile trovare i contatti nella parte inferiore del rispettivo prodotto.

Ristoranti

Affinché i ristoranti ottengano la certificazione, essi devono proporre menù ottimizzati o adatti ad almeno un'allergia o intolleranza. Il ristorante deve inoltre disporre di un sistema adeguato di gestione degli allergeni.

I criteri per per la certificazione di ristoranti possono essere scaricati qui.

La certificazione è volontaria. Il ristorante decide da sé se desidera essere certificato. Noi offriamo un controllo indipendente e perciò una sicurezza aggiuntiva per gli ospiti. Se un ristorante desidera essere certificato, può rivolgersi a noi.

Camere d'albergo

Affinché le camere d'albergo ottengano la certificazione, esse devono fare a meno, tra le altre cose, di mobili e tende in tessuto. Inoltre, è necessario che forniscano materassi, piumini e federe a prova di acaro.

I criteri per la certificazione di camere d'albergo possono essere scaricati qui.